24/09/16

Fare il bagnetto al neonato: cosa serve?


Il bagnetto è uno dei momenti più belli che il neonato vive con i propri genitori, è un momento di dolcezza e di coccole, uno spazio di tempo in cui i genitori, lontano dal rumore e dallo stress, possono dedicarsi completamente al proprio piccino.

Tempo fa vi avevo raccontato di come fare il bagnetto al neonato, oggi vorrei invece parlarvi di tutto ciò che è necessario tenere a portata di mano per comodità nostra, ma anche per la sicurezza del neonato che non deve mai essere abbandonato. Prima di metterlo in acqua assicuratevi perciò di avere questi oggetti pronti e a portata di mano, nel caso in cui a metà del bagnetto vi doveste accorgere di averne dimenticato qualcuno, terminate il bagnetto e portate il piccino con voi a recuperare ciò che vi serve.

Se i primi tempi, con le dovute precauzioni, è possibile usare un lavandino per fare il bagnetto, più avanti diviene necessario una vaschetta in cui poterlo lavare in assoluta sicurezza; attenzione che non sia troppo grande e che mantenga parzialmente sollevato il neonato, in modo che lo si possa lavare agevolmente e non rischi di scivolare. In alternativa è possibile optare per una sdraietta antiscivolo e, più avanti, per le “seggioline” da mettere nella vasca.

Prima di metterlo in acqua è necessario controllare bene la temperatura; con un po’ di esperienza i genitori imparano a capire immergendo la mano quando è giusta, né troppo calda, né troppo fredda tuttavia, le prime volte, la paura di sbagliare e scottarlo o immergerlo in acqua per lui troppo fredda è assolutamente naturale perciò, via libera a un bel termometro allegro e colorato.

Ora che lo abbiamo posato in acqua, è il momento della detersione; rispettare la sua pelle delicata è essenziale perciò, se non lo si laverà con sola acqua, un sapone neutro sarà tutto ciò di cui si avrà bisogno per garantirgli una pulizia adeguata, meglio evitare prodotti aggressivi, profumati, contenenti siliconi e petrolati. Un panno morbido sarà d’aiuto per tamponare incrostazioni e lavare occhi e orecchie.



Appena tolto dall’acqua è necessario non far prendere freddo al neonato ed evitare che la sua pelle rimanga umida perciò, cosa c’è di meglio di un accappatoio neonato per avvolgerlo, tamponare delicatamente, e asciugare con accortezza ogni punto tra le pieghe? Attenzione a scegliere stoffe di qualità che non graffino, non si inzuppino eccessivamente ma che asciughino delicatamente e senza rilasciare sostanze chimiche.

Per il dopo bagnetto è necessario aver già predisposto un eventuale fasciatoio con pannolino, vestitini, il necessario per l’ eventuale medicazione del cordone e l’olio per un bel massaggio coccoloso; man mano che il bambino crescerà potranno essere necessarie anche le forbicine per tagliare le unghiette che man mano si allungano, una spazzolina per domare la chioma delicata e, se vorrete, qualche giochino per intrattenerlo.

Ora siete pronti a coccolare il vostro piccino con un bel bagnetto, buone coccole a tutti.
Share:

5 commenti:

  1. il mio piccolo ha 20 giorni di vita, e quindi trovo questo articolo molto interessante grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che meraviglia! Ti faccio tanti tanti auguri e tanti in bocca al lupo per questa nuova bellissima avventura da genitore :D

      Elimina
  2. mi piace molto leggere gli articoli sui neonati, anche io quando mia figlia era piccola stavo molto attenta a tutti i particolari, dai degli ottimi consigli sia per le neo mamme che future :)

    RispondiElimina
  3. Mi piacerebbe avere un piccolo da coccolare così, ma ancora non ci siamo riusciti

    RispondiElimina
  4. Ne è passato di tempo per me....i miei figli sono cresciutelli...mi ricorderò come si fa?

    RispondiElimina

Lettori fissi