01/10/12

Imparare a scrivere giocando con Stampo Minos Alfabeto

© Aladine.com

Vi presento oggi Stampo Minos Alfabeto, un divertente gioco composto da timbrini, perfetto per passare le giornate autunnali e invernali in casa, esercitando la creatività e avvicinandosi alle lettere dell’alfabeto o iniziando a scrivere le prime parole in maniera giocosa.

Nel barattolino in plastica morbida sono contenuti dei timbrini che rappresentano le lettere e sono caratterizzate da alcuni motivi fantasiosi che sembrano richiamare le fantasie animalier, la pelle della giraffa, del serpente, della zebra e così via; la parte sottostante, separata da un coperchio leggero nasconde invece un maxi tampone nero lavabile che, appena terminato, potrà essere ricaricato con dell’inchiostro, sempre lavabile.

Le lettere possono essere utilizzate in due modi, il primo, il più classico prevede che, appoggiata la lettera sul tampone e impregnata di inchiostro, venga stampata su un foglio di carta; in questo modo i bambini imparano a riconoscere le prime lettere e giocando, supportati da un adulto, possono iniziare a comporre le prime semplici parole quindi, poco per volta, anche le prime frasi.

Il produttore suggerisce alcuni semplici giochi creativi per stimolare i piccoli novelli scrittori; il primo consiste nel chiedere al bambino, dopo aver familiarizzato con le lettere, di ritrovare quelle che compongono il suo nome oppure parole che possano stimolarlo da un punto di vista emotivo (mamma e papà, per esempio) e chiedergli di utilizzarle per stampare la parola.

E’ possibile però spingere ancora più in là la sua fantasia e proporgli di scrivere più parole incrociandole tra loro, identificando perciò una lettera in comune che lo permetta; mamma e papà si incrociano a livello delle A perciò, perché non usare la seconda di mamma e scriverla in orizzontale per poi, in verticale, scrivere papà.

Osservando i motivi stampati sulle lettere, si potrà anche chiedere al bambino di raggruppare quelli uguali e chiedere poi di disegnarli, in questo modo non solo eserciterà l’abilità manuale disegnando, ma inizierà a riconoscere anche il manto degli animali.

Naturalmente si dovrà mettere in conto che le mani e probabilmente anche i vestiti del bambino al termine del gioco saranno imbrattati per bene ma non c’è di che preoccuparsi, il tutto si lava con una certa facilità; per mantenere il gioco più a lungo possibile in perfette condizioni sarebbe buona norma lavare gli stampini e lasciarli asciugare bene prima di riporli ma anche coprire sempre il tampone.

Per bambini dai 4 anni in poi, sono presenti nei negozi anche timbri raffiguranti animali, soggetti natalizi, personaggi delle fiabe, numeri e molto altro ancora.

Data di pubblicazione: 01/10/2012

Share:

9 commenti:

  1. I timbri per il mio pupo li avevo preparati io, visto che nutriva tanto interesse per le lettere.
    E' un'attività che però lo innervosiva più che divertirlo...dovrei riprovarci adesso.
    Bel gioco questo descritto da te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma veramente li avevi fatti tu? caspita, che brava, con cosa li hai fatti?
      monica

      Elimina
    2. Caspita davvero, ma come hai fatto? Sei stata bravissima!!! Potresti riprovarci, magari adesso si diverte; mal che vada rimetti via tutto ;-)

      Elimina
  2. anche i miei figli adoravano i timbri peccato che ormai siano cresciutelli: un fantastico gioco per i piccoli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato davvero... sono così divertenti :-)

      Elimina
  3. Tanti auguri Laura buon natale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :-) Sono un po' in ritardo... spero tu abbia passato delle buone feste. Mi porto avanti, auguri di buon anno nuovo ;-)

      Elimina
  4. Risposte
    1. Sono bellissimi, a noi li avevano regalati e le piccole si divertivano come matte :-)

      Elimina

Lettori fissi