26/06/12

,

Gravidanza: dal concepimento al primo mese

Quando una donna si accorge di essere in attesa, in media, lo è già da un paio di settimane, se non di più; non è necessario che abbia avuto nausee e potrebbe aver scambiato la tensione al seno o piccole perdite per sintomi legati alla sindrome pre-mestruale.

L’assenza del ciclo però è un campanello d’allarme che fa scattare il dubbio.

Ma cosa è successo in quelle due settimane, e cosa accadrà nei prossimi giorni?

La vita nasce quando lo spermatozoo raggiunge un ovulo nelle tube e dà origine allo zigote; nei 5 giorni successivi si trasforma in blastocito e si sposta nell’utero, impiantandosi. Ormai terminata la prima settimana, le cellule più esterne del blastocito hanno iniziato a funzionare come una prima rudimentale placenta che assorbe nutrimento dalla madre, per donarlo al piccolo in rapida formazione.


Nella seconda settimana, durante il periodo germinale si distinguono 3 strati:

ectoderma, il più esterno (darà vita a pelle, capelli, unghie, peli, organi di senso e sistema nervoso)

endoderma, quello interno (darà vita al sistema respiratorio e digestivo)

mesoderma, quello intermedio (sistema circolatorio, apparato urogenitale, muscoli e ossa).

Si forma l’asse longitudinale cefalocaudale, quello che stabilirà dove si collocherà la testa, la parte bassa della schiena, la destra e la sinistra mentre, dal 16° giorno, inizierà la circolazione sanguigna; nei giorni successivi si forma il tubo neurale e si allarga la parte superiore, quella su cui si svilupperà il capo.

Alla terza settimana la grandezza è pari a quella di un chicco di riso e iniziano a formarsi, anche se con aspetto rudimentale, la colonna vertebrale, i polmoni, il sistema nervoso e le gli accenni di ciò che darà origine agli arti; tra la terza e la quarta settimana si originano gli ovuli che saranno la dote di tutta la vita di una donna.

Alla fine del primo mese il cuore batte, il corpo sembra quello di un girino con la coda mentre, la placenta, ormai funzionante, permette gli scambi con la madre.

Data di pubblicazione: 26/06/2012
Share:

4 commenti:

  1. un chicco di riso e già si formano gli organi! che meraviglia la natura...
    monica c.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, sembra impossibile a pensarci... stupendo!

      Elimina

Lettori fissi