07/11/16

Pidocchi, come evitare il contagio


Il problema dei pidocchi, soprattutto nel periodo scolastico è molto sentito, il contagio avviene facilmente e, in men che non si dica, in famiglia ci si trova tutti a contrastare l’odiosa pediculosi; in commercio esistono numerosi prodotti chimici che aiutano a risolvere il problema ma, esistono altrettanti metodi naturali che, seppur più lentamente, aiutano, in maniera dolce e non aggressiva a liberarsi dei pidocchi.

Il primo metodo che permette di contrastarli è l’aceto di mele; utile con balsamo e per lucidare i capelli, è ottimo anche per staccare pidocchi e lendini su cui intervenire poi con un pettine apposito pettine apposito) . Dopo aver miscelato in una bottiglia acqua e aceto, utilizzatela per sciacquare i capelli; se l’odore vi infastidisce (e con i bambini capiterà sicuramente), aggiungete un olio essenziale che aiuti a contrastare “la puzza”, quello di lavanda per esempio. Volendo, potrete aggiungere anche qualche goccia di olio essenziale di melaleuca (tea tree oil), un ottimo antiparassitario, che però non ha certo un buon profumo; esistono altri oli essenziali perfetti per combattere i pidocchi ma non possono essere utilizzati sui bambini.

L’olio d’oliva è un ulteriore metodo dimostratosi efficace nella lotta ai pidocchi; spennellarlo sui capelli dopo averlo addizionato con qualche goccio di olio essenziale di melaleuca, e lasciare riposare una ventina di minuti coprendo la testa con una cuffia da doccia o della pellicola, aiuta a intrappolare gli odiosi parassiti quindi, si dovrà aver cura di pettinare bene la testa in modo da “scollarli” e rimuoverli. In alternativa, anche l’olio di jojoba si rivela utile allo scopo.

Un infuso di foglie fresche di noce è un rimedio da tener presente per combattere la pediculosi; portare a ebollizione 600 ml d’acqua in un pentolino e, in una tisaniera o in un recipiente, sminuzzare 15 grammi di foglie. Appena l’acqua si sarà scaldata, toglierla dal fuoco e versarla sulle foglie, mescolare, coprire e lasciare in infusione 10 minuti quindi filtrare, lasciar raffreddare e utilizzare per sciacquare i capelli.

Un impacco che contrasti i pidocchi è fatto con una bella mistura di maionese, olio d’oliva e qualche goccia di olio essenziale di melaleuca da applicare e tenere sulla testa 30 minuti circa, coperto da una cuffia da doccia o pellicola di plastica, poi sciacquare; la consistenza deve essere cremosa e purtroppo ci vorrà un po’ per toglierla e liberarsi dell’odore perciò, nell’acqua dell’ultimo sciacquo si potrà aggiungere dell’olio essenziale di lavanda per liberarsene.

Per tenere lontani lendini e pidocchi, a scopo preventivo è possibile miscelare prima di lavare i capelli una noce di shampoo neutro con una goccia di olio essenziale di melaleuca e, nel periodo di infestazione, passare bene tra i capelli un pettine a denti stretti precedentemente bagnato con aceto caldo.

Share:

5 commenti:

  1. Articolo davvero interessante, io acquisto spesso lo shampoo come prevenzione

    RispondiElimina
  2. Davvero utilissimo, purtroppo i pidocchi sono un vero problema nelle scuole..... condivido....

    RispondiElimina
  3. questo è un post utilissimo per noi mamme che portiamo i nostri bimbi a scuola e abbiamo la paura dei pidocchi

    RispondiElimina
  4. utilissimo questo post..........solo il pensiero che potessero prenderli le mie bambine mi viene il panico..

    RispondiElimina

Lettori fissi